Terza dose over 40
News

Terza dose over 40 da dicembre: ecco come funziona

Terza dose over 40 a partire dal 1º Dicembre. Saranno 15 milioni gli italiani a riceverla: 8 milioni di 50enni, 7 milioni di 40enni, che si aggiungeranno a 20milioni di 60enni. Il ministro della Salute Roberto Speranza ha annunciato alla Camera che il governo è pronto a dare il via al booster della vaccinazione per la classe di età tra i 40 e i 60 anni. Ha anche annunciato che la durata della validità del Green pass sarà rivista in funzione del richiamo del vaccino. La somministrazione della terza dose sarà possibile dopo 6 mesi dalla seconda, e i vaccini somministrati saranno Pfizer e Moderna.

Terza dose over 60: il calendario

Il richiamo ad oggi è stato offerto a 2,4 milioni. In ordine hanno iniziato: immunocompromessi, fragili, sanitari, over 60 e chi ha avuto J&J almeno da 6 mesi. Ieri il ministro Roberto Speranza ha avanzato l’ipotesi di rendere la terza dose obbligatoria per gli operatori sanitari.

Attualmente il calendario di somministrazione delle terze dosi per gli over 60, gli immunodepressi e i fragili ha visto l’offerta di somministrazione a sei milioni di persone. Dal 1º Dicembre si partirà con la somministrazione della terza dose over 40.

Chi può ricevere la terza dose e dove?

Recentemente gli Hub vaccinali erano stati chiusi, a causa della minore affluenza alla vaccinazione, e proprio ieri in Lombardia sono iniziate le somministrazioni della terza dose presso alcune farmacie. Il ministro Speranza, tuttavia, ha affermato che i centri vaccinali riapriranno per garantire una più rapida somministrazione della vaccinazione booster.

Per quanto riguarda l’ordine di somministrazione, attualmente possono ricevere il richiamo: tutti gli over 60, chi ha ricevuto un’unica dose di Johnson & Johnson, tutti gli operatori del sistema sanitario (medici, infermieri, operatori socio-sanitari, eccetera) e chi lavora nelle Rsa. Gli immunodepressi ricevono invece una dose addizionale che si somministra ad almeno 28 giorni di distanza dalla seconda

Le regioni decideranno in maniera autonoma la maniera con cui comunicare la data di somministrazione. Ci sarà chi invierà messaggi per convocare gli interessati, mentre in altre sarà necessario prenotarsi. Il richiamo può anche essere offerto in farmacia

Effetti collaterali della terza dose

Gli effetti collaterali della terza sono pressoché uguali a quelli della prima e della seconda. Le più frequenti sono il dolore al braccio, la febbre, il male alle ossa e il mal di testa per qualche giorno.

Dopo la terza dose sarà il momento della quarta e della quinta? Anche se oggi è presto per dare una risposta, c’è chi sostiene che l’immunità della terza dose possa durare anche per 5 o 10 anni e chi ritiene che l’arrivo di nuove varianti possa richiedere ogni anno l’aggiornamento dei vaccini, come oggi accade per l’influenza.

Leggi anche:

Terza dose vaccino anti Covid: ecco a chi spetta vaccinarsi

Terza dose vaccino Covid: Pfizer e BioNTech puntano al richiamo

Bambini vaccinati da Dicembre, l’invito a passare Natale in Italia

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo un’email a settimana con il meglio del nostro Magazine.

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *