morta dona lucia
News

Cile, è morta Dona Lucia vedova dell’ex dittatore Augusto Pinochet: il Paese è in festa

Il Cile festeggia: è morta Dona Lucia, vedova di Pinochet

Lucia Hiriart, o Dona Lucia come si faceva chiamare, è morta giovedì scorso a Santiago. Vedova del dittatore cileno Augusto Pinochet, ideatore del colpo di stato del 1973 contro il presidente Salvador Allende. Aveva 99 anni ed era malata da tempo: negli ultimi mesi era stata più volte ricoverata per problemi respiratori.

La notizia del decesso è stata confermata via social dalla nipote Karina Pinochet. “A 99 anni – si legge nel post – circondata da famiglia e persone care, la mia amata nonna è morta. Lascia un’impronta immensa nei nostri cuori. Ha consacrato la sua vita al servizio dei cileni e della storia. Saprà dare il giusto valore alla sua grandiosa opera e al lavoro per il nostro amato Paese”.

È morta Dona Lucia: una “donna di ferro”

Nata il 10 dicembre 1922, Dona Lucia è sempre stata considerata come “donna di ferro“. Lo stesso Pinochet la riconobbe come una delle persone più influenti nella sua decisione di guidare il colpo di stato contro Allende.

Durante tutto il periodo della dittatura del marito, fino al 1990, agì nell’ombra disponendo di grandi poteri. Fu proprio in quel periodo buio che si verificarono le circa 3.200 sparizioni di persone, tra cui anche diversi Italiani.

morta dona lucia

Lei e Pinochet si sposarono nel 1943 ed ebbero cinque figli: Augusto, Lucia, Verónica, Marco Antonio e Jacqueline. Dalla morte del marito, avvenuta il 10 marzo 2006, Dona Lucia aveva scelto di mantenere un profilo basso, soprattutto per i problemi giudiziari legati al patrimonio famigliare.

La sua ultima apparizione pubblica risale all’aprile 2020, in occasione della morte di Sergio Onofre Jarpa, ex ministro dell’Interno durante il regime.

Dona Lucia è morta: il Cile festeggia

In seguito alla diffusione della notizia della morte di Dona Lucia, i Cileni hanno da subito dato l’idea di non piangerla particolarmente. Si sono avviati infatti svariati festeggiamenti nelle strade e nelle piazze delle città. Centinaia di cittadini si sono radunati a Plaza Italia, nel centro di Santiago, celebrando l’annuncio con spumante, balli, cori e bandiere nazionali. I cittadini in festa erano anche accompagnati da foto e cartelloni con il lungo elenco dei nomi dei desaparecidos.

Su Twitter è spopolato un account parodia chiamato “La vecchia è morta?“, seguito da oltre 50mila persone. Dava quotidianamente aggiornamenti sullo stato di salute di Dona Lucia. Giovedì notte è stato semplicemente pubblicato un ““, retwittato poi 30mila volte.

morta dona lucia

Fra pochi giorni le elezioni in Cile

Domenica prossima, 19 dicembre, in Cile ci sarà il secondo turno delle elezioni presidenziali tra Gabriel Boric, di sinistra, e José Antonio Kast, di estrema destra. Proprio quest’ultimo rivendica l’eredità della dittatura di Pinochet e ha espresso le sue condoglianze alla famiglia di Dona Lucia, senza farne un evento politico. Boric, invece, si è così espresso su Twitter: “Lucia Hiriart muore impunemente nonostante il profondo dolore e la divisione che ha causato al nostro Paese. Il mio pensiero va alle vittime della dittatura di cui faceva parte”.

 

Leggi anche:

Augusto Pinochet inneggiato dall’estrema destra di Kast in vantaggio alle elezioni in Cile oggi

Francia, violenze al primo comizio del candidato di estrema destra Éric Zemmour: aperte le indagini

 

Editor: Susanna Bosio

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo un’email a settimana con il meglio del nostro Magazine.

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *