precedenti di italia-usa
Sport

Da Roma 1960 a oggi uno sguardo ai precedenti di Italia-USA

I precedenti di Italia-USA, dalla prima partita delle Olimpiadi di Roma 1960 ad oggi. Tra meno di 24 ore l’Italia affronterà gli Stati Uniti ai quarti di finale. Ma quante e quali sono state le sfide di ieri? Non sono state tantissime, ma i precedenti di Italia-USA hanno sempre regalato grandi emozioni, in particolare le poche volte in cui gli Azzurri hanno prevalso sul Paese che ha dato i natali a questo sport nato alla fine dell’Ottocento.

La prima gara curiosamente avvenne in casa nostra, precisamente durante la fase iniziale del torneo di pallacanestro alle Olimpiadi di Roma 1960. Il team italiano affrontò gli USA, uscendone sconfitto. Quella sfida non sarebbe stata l’ultima. Ecco dunque uno sguardo ai precedenti tra l’Italbasket e il Team a stelle e strisce.

I precedenti di Italia-USA: gara d’esordio a Roma 1960

Il primo di diversi precedenti di Italia-USA risale alle Olimpiadi 1960. La sede è Roma e le gare di pallacanestro si svolgono al Palazzetto dello Sport (ora PalaTiziano) ed al Palazzetto dello Sport (poi Palalottomatica). L’Italbasket dell’epoca, guidata da Nello Paratore, inizia e finisce la sua Olimpiade da padrone di casa proprio contro gli USA. Al girone iniziale perde la sua unica partita contro gli americani 88-54. Si sarebbero rincontrati alle fasi finali quelle per le medaglie, dove perde 112-81.

Italia e USA si rivedono per la seconda volta a Città del Messico 1968, dove prevalgono ancora una volta gli Yankees 100-61. Confermatisi alle successive di Monaco ’72 per 68-38 e di Montreal ’76 per 106-86, si deve aspettare Sydney 2000 per rivedere un incontro del genere. Anche nel nuovo millennio non cambia la Kabala: USA battono Italia 93-61. In sei incontri olimpici complessivi, la squadra americana li ha vinti sempre tutti.

precedenti di italia-usa
precedenti di italia-usa: la prima volta tra i due Paesi fu alle Olimpiadi di Roma 1960

Ai Mondiali invece ci sono stati dei successi italiani, anche se pochi. Sono due: il primo avvenne al Mondiale 1970 in Jugoslavia, dove alle fasi finali gli Azzurri batterono gli USA 66-64. Alla fine sarebbero arrivati quarti davanti agli americani. La storia si ripete nel 1978. L’edizione si svolge nelle Filippine, ed anche in questi frangente l’Italia, oltre a sconfiggere Canada, Australia, Filippine, batte anche gli USA di un punto (81-80).

Le partite dei successive edizioni (1986, 1998 e 2006) hanno per contro visto gli USA vincere. Ciò che comunque non toglierà nessuno è che più di una volta la Nazionale per eccellenza del basket mondiale si è rivelata non così invincibile. In una di queste partite c’erano sia Gianmarco Pozzecco che il suo assistente (e prima ancora c.t. della Nazionale) Charlie Recalcati. L’ex stella di Cantù potrà essere il grimaldello per affrontare al meglio il Dream Team USA?

I precedenti di Italia-USA tra naturalizzati e invece no

La prossima gara per i ragazzi della banda Pozzecco sarà Italia-USA ai quarti di finale. Abbiamo prima elencato alcune delle sfide più importanti che hanno visto i due teams affrontarsi. Ad alcune di queste gare, in particolare dopo il 2000, hanno partecipato per l’Italia diversi italoamericani. Per italoamericani s’intendono sia quelli nati con la doppia cittadinanza che quelli “naturalizzati” perché andati a giocare in NBA. Ecco che la memoria risale a Sylvester, Myers, Hacktt, Burns, fino agli attuali Mannion e Melli.

precedenti di italia-usa
I precedenti di Italia-USA: negli ultimi anni diversi cestisti che giovavano in Serie A hanno scelto di vestire i colori Azzurri, come Daniel Hackett (nella foto)

Se l’ex playmaker della Virtus Bologna non ha potuto partecipare per via di problemi di salute, dall’altra ci sarà un protagonista suo malgrado che alla fine ha compiuto una scelta del tutto lecita. Stiamo parlando di Paolo Banchero, prima scelta degli Orlando Magic al Draft NBA 2022. Il cestista di Seattle di origine italiana per parte di padre, dopo mesi di incertezza circa le reali intenzioni, alla fine ha optato per il Dream Team a stelle e strisce.

Una scelta legittima la sua, se non fosse stato per le esternazioni verso l’Italia che stavano convincendo per un sì. Lui aveva detto: “Vorrò giocare con l’OItalia un giorno”. Tra meno di 24 ore si troverà davanti la patria d’origine. Una sfida nella sfida. Come finirà?

Conclusioni su precedenti di Italia-USA nella pallacanestro

Leggi anche:

Quanto è diffuso il basket in Italia? Alcuni dati sulla palla a spicchi tricolore

Chi è Matteo Spagnolo, la mascotte dell’Italbasket ai Mondiali

Risultati Serie A terza giornata 2023/2024

 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo un’email a settimana con il meglio del nostro Magazine.

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *