Dizionario Arte

De Carolis, Adolfo

De Carolis, Adolfo. Pittore e incisore italiano. Si formò all’Accademia di Belle Arti di Bologna sotto la guida di Domenico Ferri e poi a Roma (1892) frequentando i corsi di Alessandro Morani presso la Scuola di Decorazione Pittorica annessa al Museo Artistico Industriale. A Roma entrò in contatto con Nino Costa e con l’associazione In Arte Libertas da lui fondata, che propugnava un recupero della tradizione italiana in contrapposizione alle correnti spagnoleggianti allora in voga. Grazie a Costa conobbe l’arte dei *preraffaelliti, che influì fortemente sul suo linguaggio e riscoprì la pittura italiana del Quattrocento.

La  produzione di De Carolis Adolfo comprende dipinti di paesaggio, ritratti e opere a carattere mitologico o allegorico come Le Castalidi (1905, GNAM, Roma) o I cavalli del Sole (1907, Pinacoteca Civica, Ascoli Piceno), in cui emergono con evidenza le componenti preraffaellita e neorinascimentale. Parallelamente alla pittura si dedicò all’incisione riscoprendo la tecnica della xilografia, con cui illustrò opere di Pascoli (Nuovi Poemetti, 1909) e D’Annunzio (Fedra, 1909).

Realizzò numerose decorazioni ad affresco, tra cui si ricordano quelle per il salone del Consiglio provinciale di Ascoli Piceno (1907) e quelle per il Palazzo del Podestà di Bologna (1908-1928). Collaborò inoltre con riviste come Novissima, Ebe e Hermes.

Nascita: Montefiore dell’Aso 1874; Morte: Roma 1928

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!