Vattimo
Attualità,  Letteratura

Si spegne Gianni Vattimo: il filosofo torinese aveva 87 anni

È mancato il filosofo torinese Gianni Vattimo. Classe ’36 lo studioso italiano si è spento nella serata di martedì 19 settembre 2023 all’età di 87 anni. La sua voce era una delle più autorevoli ed apprezzate nell’intero panorama filosofico internazionale.

Insegnante e scrittore, Vattimo ha collaborato con numerose testate giornalistiche di primissimo piano, dimostrando in molti casi una capacità di comprensione di fatti ed avvenimenti fuori dal comune. Difficile incasellarlo in una specifica scuola di pensiero, con la sua impronta filosofica capace infatti di spaziare da Heidegger a Nietzsche.

La forte volontà di andare oltre le convenzioni Vattimo l’ha dimostrata, oltre che nell’elaborazione di un pensiero filosofico postmoderno, pure in campo politico e sociale. Vocazione cristiana ma collocazione politica a sinistra, tra Partito Radicale e dei Comunisti, si sono mischiate in un’anima poliedrica e curiosa di conoscere.

Si spegne Gianni Vattimo: il filosofo torinese aveva 87 anni
Si spegne Gianni Vattimo: il filosofo torinese aveva 87 anni

Vattimo guida del pensiero debole e postmoderno: fama internazionale

Una vita dedicata allo studio, e alla filosofia, quella che si è conclusa nella serata di martedì 19 settembre 2023. Gianteresio Vattimo, detto Gianni, era un filosofo italiano tra i più noti e apprezzati anche oltre i confini del Bel Paese.

Spentosi ad 87 anni, il torinese è stato di fatto l’antidogmatico per eccellenza. A lui si collega il pensiero filosofico debole e postmoderno, oltre ad un’approfondita conoscenza delle tesi di mostri sacri quali Heidegger e Nietzsche. I suoi studi al riguardo sono tra i più letti in tutto il mondo.

Si spegne Gianni Vattimo: il filosofo torinese aveva 87 anni
Si spegne Gianni Vattimo: il filosofo torinese aveva 87 anni

Figura leader a livello europeo e mondiale per ciò che concerne il pensiero postmoderno, Vattimo ha saputo ripercorrere idee e studi connessi a filosofia, politica ed estetica. Molto apprezzato soprattutto per le posizioni lontane da schemi e preconcetti, e per la capacità assoluta di calarsi in discussioni filosofiche antidogmatiche.

Tantissime le esperienze che Gianni Vattimo ha messo insieme nel corso degli anni. Allievo di Umberto Eco e Luigi Pareyson, il torinese ha portato avanti una lunga carriera accademica che l’ha visto insegnare in Italia, nella sua Torino, ma pure in giro per gli Stati Uniti e l’Europa.

Particolarmente apprezzata dai suoi studenti era la peculiare capacità di linguaggio, che lo rendeva comprensibile e vicino al suo pubblico anche quando gli argomenti erano tra i più difficili e controversi. A lui e a Pier Aldo Rovatti si deve l’invenzione del pensiero debole.

Si spegne Gianni Vattimo: il filosofo torinese aveva 87 anni
Si spegne Gianni Vattimo: il filosofo torinese aveva 87 anni

Gianni Vattimo: l’impegno in politica e le collaborazioni editoriali

Non solo filosofia nella vita di Gianni Vattimo. Lo studioso classe ’36 infatti ha dedicato tempo e spazio pure alla politica. Esperienze costruttive le ha maturate tra il Partito Radicale, la Sinistra Democratica, il Partito dei Comunisti Italiani fino all’ultima con i colori di Italia dei Valori.

Numerose e proficue anche le collaborazioni di Vattimo con giornali e riviste. Da menzionare certamente la direzione de la Rivista di Estetica, e la partecipazione alle attività de L’Espresso, Repubblica e La Stampa. Il desiderio di opporsi ad ogni regola preconcetta e imposta a priori l’ha portato anche ad abbracciare idee ecologiste ed animaliste, delle quali era particolarmente convinto soprattutto negli ultimi anni di vita e lavoro.

L’ultimo periodo è stato segnato anche da una svolta di matrice cristiana. Tale vocazione, per nulla in contrasto con il suo fervente antidogmatismo filosofico, ha assunto una dimensione a tratti trascendente e soggettiva, decisamente distante dalle norme consuete della Chiesa cattolica romana.

La comunità filosofica italiana e quella mondiale dunque perdono una voce guida, che ha saputo interpretare al meglio concetti filosofici importanti, senza mai perdere di vista una condotta antidogmatica e libera da pensieri precostituiti.

Si spegne Gianni Vattimo: il filosofo torinese aveva 87 anni
Si spegne Gianni Vattimo: il filosofo torinese aveva 87 anni

Leggi anche:

La breccia di Porta Pia 20 settembre 1870

10 bellissime riviste italiane da leggere assolutamente

L’Enciclopedia della moda: i commenti dei nostri lettori

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo un’email a settimana con il meglio del nostro Magazine.

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *