polemica su sinner
Sport

Tennis, prosegue la polemica su Sinner e il suo “no” alla Coppa Davis

Non si placa la polemica su Sinner circa il suo forfait di partecipare alla Coppa Davis con la Nazionale del c.t. Volandri. L’Italia sta arrancando alla Coppa Davis anche a causa di importanti defezioni e continua la polemica su Sinner ed il suo rifiuto a presenziare la torneo. Una gara che in passato ha raggiunto traguardi importanti, come la vittoria storica sul Cile nel 1976 (dal valore anche politico, visto che all’epoca il Paese sudamericano era sotto la terribile dittatura di Pinochet).

In quella squadra c’erano grandi tennisti come Adriano Panatta e proprio l’ex giocatore romano nei giorni scorsi ha dato il via alla polemica su Sinner con parole piuttosto severe. Lo stesso ex capitano Nicola Pietrangeli aveva addirittura auspicato di squalificarlo dai tornei Atp.

Coppa Davis, diversi personaggi dello sport si uniscono alla polemica su Sinner

La polemica su Sinner ora coinvolge anche altri personaggi del mondo dello sport. I primi a prendere una posizione sono stati Nicola Pietrangeli, il quale a detta sua il giorvane tennista altoatesino doveva essere squalificato un anno dai tornei Atp. Si è poi aggiunto anche Adriano Panatta. L’ex campione allo Slam del Roland Garros nel 1976 senza troppi giri di parole ha affermato che la decisione di Sinner è senza senso.

Ormai i tennisti sono come aziende che pensano solamente al proprio profitto, in particolar modo l’entourage dei giocatori. Sinner aveva già detto no alle Olimpiadi, ora rinuncia pure alla Coppa Davis. Non so se abbia rinunciato per la stanchezza. Bagnaia te giorni dopo l’incidente era già di nuovo in sella alla moto…

A Panatta fa eco alla polemica su Sinner anche Paolo Bertolucci. L’ex compagno di Panatta in Nazionale nonché commentatore per il tennis di Sky Sport ha detto con tono abbastanza seccato:

Sinner così come anche Alcaraz hanno altre priorità e la Coppa Davis evidentemente per loro non lo è.

polemica su sinner
Bertolucci partecipa alla polemica su Sinner: “Ritiene la Davis una non priorità”

Sempre Bertolucci però rammenta a tutti i tifosi di Sinner che a livello fisico il ragazzo deve lavorare ancora tanto per poter competere all’altezza dei top 10 del ranking. Dopo la sconfitta contro Zverev ha aggiunto:

Rispetto a Zverev i 10 centimetri di altezza non potranno mai essere colmati probabilmente. E neppure i 15 chili di peso. Ma ricordiamo che l’altoatesino sta riducendo il gap con il duro lavoro in palestra: serviranno altri 2 anni intensi di lavoro in palestra per sfatare il tabù del quinto set.

Tempi dunque lontani per vedere Sinner giocare con la maglia della Nazionale italiana. Rappresentativa per la quale egli di fatto non ha ancora debuttato. Saranno forse le Olimpiadi id Parigi 2024 il debutto ufficiale dove davvero il ragazzo potrà dimostrare le proprie capacità?

Coppa Davis, oltre la polemica su Sinner: decisiva la partita Italia-Cile

Al di là della polemica su Sinner per la sua volontaria assenza, l’Italia si gioca il tutto per tutto contro il Cile. Alle 15, infatti, scenderà contro Garin il giovane Matteo Arnaldi. Il tennista sanremese, che non avrebbe dovuto esserci se non ci fosse stato il forfait di Jannik Sinner, nel suo debutto in doppio con Simone Bolelli contro il Canada, ha mostrato una certa personalità oltre ad un buono stato di forma.

polemica su sinner
Nonostante continui la polemica su Sinner, oggi scenderà in campo Matteo Arnaldi nella sfida Italia-Cile di Coppa Davis

E’ vietato sbagliare, poiché anche con una sola sconfitta italiana in un doppio/singolo, per gli Azzurri si dovrà dire addio alla competizione anticipatamente. La squadra Azzurra, che sta giocando in questi giorni in una Unipol Arena gremita, non può deludere i tanti tifosi italiani accorsi a sostegno. In realtà, in caso di fallimento la maggior parte dei riflettori cadrebbe sul c.t. Volandri e le scelte al quanto discutibili.

Conclusioni polemica su Sinner rinunciatario alla Coppa Davis

Leggi anche:

Tennis, Djokovic vince lo US Open: con il 24° titolo personale è il più grande tennista di tutti i tempi

Ecco perchè Nole Djokovic diventerà il tennista più titolato della storia

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo un’email a settimana con il meglio del nostro Magazine.

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *