contagi in calo
News

Contagi in calo in tutta Italia: presto cambio di colore per molte Regioni

La luce in fondo al tunnel: i contagi sono in calo

In tutta Italia si registrano ormai da giorni i contagi da Covid-19 in calo costante. La curva scende e la situazione nelle Regioni sta per cambiare verso scenari con meno restrizioni. In poche settimane avverranno passaggi dall’arancione al giallo e dal giallo al bianco.

Nell’ultima settimana, i casi sono diminuiti del 29%, un dato già significativo in questo periodo di quarta ondata. Dai 976.223 attualmente positivi si è passati a 692.250. La scorsa settimana la riduzione è stata del 16% e quella prima ancora solo del 4,3%. Anche i tamponi sono calati, da 6,9 milioni a 6 milioni.

I contagi in calo nelle Regioni

Tutte le Regioni italiane sono in calo, alcune anche con dati molto significativi. Solo la Sardegna rimane in controtendenza, registrando un aumento dei casi da circa 8mila a 12 mila.

Tuttavia, di fronte ai numeri degli altri territori, le fasce di rischio sono destinate solo a migliorare. Infatti, non contano più dati da zona arancione l’Abruzzo, il Piemonte, la Valla d’Aosta e Sicilia. Per quest’ultima il passaggio potrebbe verificarsi già questa settimana, per le altre invece dalla prossima. Friuli Venezia Giulia, invece, ha ancora dati da arancione, così come le Marche, appena entrare in questa fascia.

contagi in calo

Per quanto riguarda, invece, i passaggi da zona gialla a zona bianca, per il momento solo la Valle d’Aosta ha numeri compatibili con questo scenario. Ma un calo significativo si registra anche in Campania, Veneto e Lombardia, che in una o due settimane potrebbero effettuare il passaggio.

In zona bianca sono al momento solo Umbria, Basilicata e Molise, che dall’11 febbraio potranno dire addio all’obbligo di mascherina all’aperto.

Contagi in calo: diminuiscono decessi e ricoveri

Dopo settimane di continua crescita, anche il numero dei decessi per Covid-19 comincia a scendere, anche se in modo poco significativo. L’ultima settimana i morti sono stati 2.622 contro i 2.626 di quella precedente. Solo a partire dalla prossima settimana potremo capire se anche questo dato starà affrontando una vera inversione della curva.

Per quanto riguarda gli ospedali, sia reparti ordinari che terapie intensive, la riduzione dei ricoveri in una settimana è stata del 6%. Si spera in un calo sempre più accentuato da questa settimana e per quelle successive. La diminuzione più significativa si è registrata nelle intensive: un meno 10,1%, quindi da 1.593 a 1.431 persone ricoverate.

In generale, secondo gli esperti la luce in fondo al tunnel è sempre più vicina. Già in questi giorni le norme cambiano per alleggerire la vita degli Italiani e permettere loro di convivere con la pandemia, ma sempre in sicurezza.

 

Leggi anche:

Addio alla mascherina all’aperto, ma solo in zona bianca: qual è la regola per le altre Regioni?

Quarantena, auto-sorveglianza e tamponi: le nuove regole della scuola dal 7 febbraio

 

Editor: Susanna Bosio

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo un’email a settimana con il meglio del nostro Magazine.

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *