crisi governo mercati
News

Crisi di governo, i mercati bocciano l’Italia. Spread a oltre 240 punti e Borsa di Milano in Rosso. Si attende la BCE.

La crisi di governo voluta da M5S e destra ha già pesanti ripercussioni sull’Italia con i mercati che bocciano l’irresponsabilità di ieri.

Spread

Le dimissioni ormai definitive di Mario Draghi, dopo lo strappo di Lega e Forza Italia, affossano l’Italia. Questa mattina lo Spread, ovvero il differenziale di rendimento tra i BTP, titoli decennali emessi dallo Stato italiano, e i Bund, i corrispondenti tedeschi, è volato a 242 punti base, ultima registrazione a 236 dopo il discorso di Draghi alla camera, rispetto ai 212 di mercoledì. Il rendimento dei titoli decennali sale così 3,56-3,70% superando di fatto quello dei titoli greci fermo a 3,48%.

Borse

La Borse di Milano apre con un pesante -2%, mentre quelle europee sono più nervose e aprono o in parità o leggermente in negativo (Stoxx 600  -0,2%, Londra -0,4%, Francoforte -0,3%, Parigi -0,2%, Madrid -0,4%). Il Ftse Mib, invece, cede il 2,36% (dopo l’incontro tra Draghi e Mattarella -2,60%) a 220.849 punti. Gli operatori europei sono tutti in attesa delle decisioni di oggi della BCE sull’aumento dei tassi di interesse e sullo scudo anti-spread. Male le banche che pagano il rialzo dello Spread. Unicredit -4,65%, Bper Banca  -4,34%, Fineco  -3,97%, Intesa  -4,02%, Banca Generali  -3,49% e Poste Italiane -5,43%.

BCE

Oggi alle 14,15 si attende la decisione di Christine Lagarde e della BCE di rialzare i tassi d’interesse per la prima volta dal 2011. Successivamente, la decisione sullo strumento anti-frammentazione o scudo anti-spread, ovvero un tetto massimo ai rendimenti dei bond. Questa misura è stata pensata per impedire una frammentazione disordinata all’interno dell’Unione Europea, impossibilitata dagli Stati membri di creare un vero bond europeo. Con la crisi italiana e con la mancanza di garanzie del governo Draghi il sostegno della BCE potrebbe venire meno o passare da sostegno organico e strutturale a occasionale. Gli Stati del nord Europa forse si sono stancati di rincorrere l’irresponsabilità e l’infantilità italiana.

 

Leggi anche:

Draghi sospende la seduta alla Camera: il premier al Quirinale per dimettersi

Discorso Draghi, PNRR ed energia due temi fondamentali per l’Italia

 

Editor: Lorenzo Bossola

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo un’email a settimana con il meglio del nostro Magazine.

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *