Musica,  Spettacolo

I PINK FLOYD DI NUOVO ASSIEME PER LE ATTIVISTE DI GAZA

I tre Pink Floyd David Gilmour, Roger Waters e Nick Mason si riuniscono per liberare la ‘Gaza Freedom Flottilla’ e sostenere la protesta anti-israeliana

Un post su Facebook per manifestare preoccupazione e sgomento nei riguardi dell’arresto delle donne della flotta ribelle ‘Gaza Freedom Flotilla’, imbarcate sulla nave Zautouna-Oliva, da parte dell’esercito israeliano: una sorta di comunicato con i crismi dell’ufficialità, firmato dai componenti rimasti dei Pink Floyd: David Gilmour, Roger Waters e Nick Mason. I tre si riuniscono così, come accadde nell’ormai storico ‘Live 8’, il concerto di beneficenza organizzato da Bob Geldof che riportò sullo stesso palco i rivali Roger Waters e David Gilmour, leader della band inglese e nel 2011, in occasione del breve intermezzo live all’O2 Arena di Londra. La reunion, in quest’occasione, è soltanto virtuale, nata per difendere le 13 attiviste arrestate illegalmente (tra le quali si contano il premio Nobel per la pace nordirlandese Mairead Maguire, la politica algerina Samira Douaifia e  Sandra Barrilaro) giunte in Israele per protestare contro le azioni delle autorità israeliane, che blocca il traffico lungo la costa a partire dal 2007. Ecco il testo del post, pubblicato sulla pagina ufficiale della band: ‘David Gilmour, Nick Mason and Roger Waters stand united in support of the Women of the Gaza Freedom Flotilla, and deplore their illegal arrest and detention in international waters by the Israeli Defense Force‘.

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo un’email a settimana con il meglio del nostro Magazine.

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!