Giovane donna di Picasso
Arte,  Mostra

Giovane donna di Pablo Picasso esposta per la prima volta in Italia a Roma

“Giovane donna”, tela di Pablo Picasso, sarà esposta per la prima volta in Italia. Dall’Ermitage alla Fondazione Alda Fendi di Roma da oggi 15 Febbraio fino al 15 Maggio

Gli occhi degli italiani potranno ammirare il dipinto “Giovane donna” del famoso pittore spagnolo Pablo Picasso, che esce dal Museo Ermitage di San Pietroburgo e approda nella nostra capitale per la prima volta. La tela sarà protagonista della mostra gratuita dedicata al Pittore presso la Galleria Rhinoceros, cuore delle sperimentazioni artistiche e culturali della Fondazione Alda Fendi Roma, per un periodo di due mesi.

Giovane donna di Picasso
Palazzo Rhinoceros, Fondazione Alda Fendi, Roma

La storia del dipinto cubista di Pablo Picasso

“Giovane donna” di Picasso è un’olio su tela appartenente alla fase del Cubismo analitico del pittore. Il soggetto ritratto è l’amante dell’artista, Fernande Olivier, rappresentata nuda su una poltrona su sfondo neutro. Componente essenziale dell’opera è l’estrema semplificazione della forma che si squaderna in molteplici sfaccettature, liberandola da elementi secondari.

Prima di varcare le porte del Museo Ermitage, “Giovane donna” apparteneva a Sergej Ščukin, collezionista e mercante moscovita, che comprò il quadro dallo stesso Picasso grazie a Matisse, che lo accompagnò nell’atelier del pittore. Ščukin, ammaliato da “Giovane donna”, decise di compare tutte le opere dell’artista del 1908, di cui cinquantuno lavori appartenenti al periodo blu, rosa e cubista. All’interno della mostra è esposta una rara fotografia di come appariva la sala dedicata a Pablo Picasso: in un ambiente di appena venticinque metri quadrati i numerosi dipinti, su più file, affollavano le pareti.

Giovane donna di Picasso
Fotografia della sala Picasso a Palazzo Ščukin

La mostra alla Fondazione Alda Fendi di Roma

Benché l’ospite più importante della mostra sia l’olio su tela “Giovane donna”, il vero protagonista è proprio il suo autore, Pablo Picasso. Il curatore della mostra Raffaele Curi cerca di raccontare a tutto tondo l’artista in un modo innovativo. Attorno al dipinto viene costruito un percorso immersivo e multimediale, capace di mescolare musica, danza e memorie fotografiche della vita del pittore, dedicando inoltre un focus al rapporto tra l’artista spagnolo e l’attore italiano Raf Vallone.

Leggi anche

Le mostre di arte da non perdere nel 2022: tutte le maggiori esposizioni da vedere nell’anno nuovo

Picasso: la figlia Maya cede otto opere alla Francia

Arte Moderna e Contemporanea da Christie’s Picasso, Warhol e Banksy

 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo un’email a settimana con il meglio del nostro Magazine.

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *