thailandia sparatoria asilo
News

Thailandia, sparatoria in un asilo: tra le vittime 25 bambini. Il video dopo la tragedia

Thailandia, sparatoria in un asilo: almeno 35 morti di cui 25 bambini

Sparatoria in un asilo della Thailandia settentrionale, nella mattinata di oggi, 6 ottobre. Un uomo armato di pistola, fucile e coltello ha fatto irruzione questa mattina in un asilo nella provincia di Nong Bua Lam Phu, al nord della Thailandia. Il bilancio delle vittime della sparatoria non è ancora accertato, ma per ora si parla di 35 morti e 18 feriti, 25 dei quali bambini. Alcuni dei bambini avevano alcuni meno di due anni.

Le autorità avrebbero identificato il killer come l’ex agente di polizia Panya Khamrab, licenziato l’anno scorso dopo essere risultato positivo ad un test antidroga. Secondo gli inquirenti, Khamrab aveva un problema di dipendenza da metanfetamine. Proprio domani, 7 ottobre, sarebbe iniziato il processo a suo carico.

Il killer si è introdotto nell’asilo al momento del riposino pomeridiano. Dopo la sparatoria, il killer è fuggito a bordo del suo pick-up Toyota, investendo dei pedoni e sparando ad altri nella fuga. Giunto a casa, l’aggressore avrebbe ucciso la moglie e il figlio, per poi suicidarsi. Secondo alcune fonti, l’uomo sarebbe stato furioso nel constatare che il figlio non era presente all’asilo. Tra le prime vittime della furia del killer ci sarebbe anche un’insegnante in gravidanza, ucciso anche un agente di polizia.

thailandia sparatoria
Il killer, Panya Khamrab, con la moglie e il figlio, anch’essi vittime del massacro di oggi

Le parole del premier thailandese

Il primo ministro thailandese, Prayut Chan-o-cha, ha ordinato un’inchiesta sullo «spaventoso massacro», e a riguardo della mattanza nell’asilo ha dichiarato sul suo profilo Facebook:

«Vorrei esprimere il mio più profondo dispiacere e condoglianze alle famiglie dei morti e feriti, ho richiesto al capo della polizia di accelerare un’indagine sull’accaduto».

Non sono infatti ancora noti i motivi del terribile gesto di Khamrab.

In Thailandia gli assassinii di massa sono rari. Uno dei pochi precedenti risale al 2020, quando un soldato uccise 29 persone e ne ferì 57 in un centro commerciale.

LEGGI ANCHE:

Russia, sparatoria in una scuola: 15 morti di cui 11 bambini

Sparatoria in Texas: il problema delle armi negli Stati Uniti e le leggi troppo permissive

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo un’email a settimana con il meglio del nostro Magazine.

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *