Turismo estate 2022 italia
Viaggi

Turismo estate 2022 in Italia: non benissimo

Arriva la terza parte, il punto della situazione, condotto da Mam-e.it, sull’andamento del turismo in Italia estate 2022. L’Italia sarà riuscita a superare i dati ottenuti prima della pandemia? A fornire i dati, qualche settimana fa, è stato Assoturismo-Confesercenti con due studi del Centro Studi Turistici di Firenze su un campione di 1589 imprenditori della ricettività in Italia.

Turismo in Italia: estate 2022 da record?

Assoturismo-Confesercenti arriva alla conclusione della loro indagine affermando che quella appena trascorsa sia stata un’estate da record, anche se i dati sono ancora distanti da quelli raggiunti durante l’estate del 2019. Si registra infatti un calo del 12,2% di presenze rispetto al 2019. Mentre rispetto al 2021 si registra un  più 16,6%  degli arrivi e un più 14,3% dei pernottamenti. La stagione del 2022 è stata molto complicata da gestire sotto vari aspetti. A partire dal conflitto tra Ucraina e Russia che ha inciso inevitabilmente anche sul turismo poiché ha portato ad un rincaro, dal carburante alle bollette. Inoltre c’è stata anche una mancanza di personale, soprattutto nelle compagnie aeree creando molto disagi tra ritardi e addirittura voli cancellati da parte delle compagnie aeree low cost.

Arrivano i turisti stranieri in Italia

Nonostante questi numerosi disagi c’è stata una grande affluenza da parte dei turisti stranieri, registrando un aumento del più 25,7% rispetto al 2021 ed un calo rispetto al 2019 del meno 28,3%. A scegliere l’Italia quest’estate sono stati i tedeschi, francesi, olandesi, svizzeri, austriaci, britannici, belgi, Paesi dell’Est, spagnoli e scandinavi. Molti italiani invece anche quest’anno hanno deciso di restare sulla penisola ed esplorare le bellezze nostrane. Registrando in questo modo un aumento del 2,3% rispetto alla stagione estiva della pre pandemia.

Turismo estate 2022 in Italia: regione per regione

Andando più nello specifico le regioni che hanno registrato un incremento rispetto alla stagione della pre pandemia sono state la Sardegna, Sicilia, Campania, Liguria mentre per le altre regioni i dati sono ancora lontani da quelli del 2019. Male per la Calabria che nonostante la molteplicità degli svaghi che offre e nonostante sia stata inserita dal Time tra le 50 mete turistiche più belle al mondo,  è costretta a vivere in una condizione di transizione tra chi scende e chi sale per la penisola. Anche Forte dei Marmi quest’estate ha subito le conseguenze del rincaro dovuto allo scontro tra la Russia e l’Ucraina. Solitamente la città ha ospitato un grande numero di stranieri, russi soprattutto, che quest’anno sono mancati all’appello. Rimini inizia a riprendersi «dopo le pesantissimi mazzate del 2020 e quelle (salvo l’estate) del 2021» afferma il sindaco di Rimini, Jamil Sadegholvaad; ma tuttavia con numeri ancora inferiori a quelli del 2019. Male anche per la Basilicata, che ha sperato nei last minute per risollevare un po’ la stagione.

Classifica delle regioni secondo il Washington Post

Il Washington Post, quotidiano americano, ha stilato una classifica delle sette mete turistiche più belle da visitare in Italia in occasione dell’estate 2022. Al primo posto troviamo le Dolomiti, in Veneto. Segue l’isola del Giglio, in Toscana, una delle gemme nascoste della regione. Al terzo posto troviamo la i paesaggi della Maremma, sempre in Toscana. Segue la Sardegna con la Puglia. Al sesto posto c’è invece Matera, la città dei sassi. Chiude la lista la Sicilia che non viene inserita per le sue spiagge ma per la sua produzione vinicola.

Leggi anche:

Come va il turismo? Confrontiamo i dati pre-post Covid

Come va il turismo? Continua il confronto dei dati pre-post Covid parte seconda

Panarea limite ai turisti pendolari

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo un’email a settimana con il meglio del nostro Magazine.

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *