Turismo post covid 2022
Viaggi

Come va il turismo? Confrontiamo i dati pre-post Covid

Il 2022, l’anno della ripresa dal Covid per il turismo. I dati di Sicilia, Campania, Toscana, Puglia e Sardegna a confronto.

Se il 2022 sta facendo registrare a molte regioni il tutto esaurito, per altre le aspettative deludono le attese. Mam-e.it mette a confronto i dati del turismo post Covid 2019-2022 di 5 regioni che durante l’anno della pre pandemia hanno registrato un boom di turisti.

Sicilia

Il 2019 per la Sicilia è stato l’anno del boom con 15 milioni di turisti, quest’anno probabilmente questo dato sarà oltrepassato. Nella stagione estiva con il turismo post Covid 2022 si è registrato oltre il 12% in più rispetto al 2019. Si tratta di oltre 3 milioni di presenze. In città come Cefalù, San Vito Lo Capo e Taormina i turisti stranieri hanno superato di gran lunga quelli italiani. Grande afflusso di turisti anche per Marzamemi e Ortigia, due cornici scelte da Dolce & Gabbana per celebrare il decimo anniversario della linea di Alta Moda. 750 ospiti per le loro 3 serate: 8,9 e 10 luglio. Grandi ospiti come Sharon Stone, Mariah Carey, Drew Barrymore, Jennifer Lopez, Beyoncé e Monica Bellucci.

Turismo

Campania

Anche la Campania supera il boom registrato nel 2019. I dati di traffico del mese di luglio confermano il trend positivo registrato a partire da aprile, con una chiusura di un milione e 250 mila passeggeri. Registra in questo modo il 7% in più rispetto al 2019. Positano e Capri vengono invase dai turisti stranieri. Molto bene la Costiera Amalfitana e le città di Napoli e Salerno. La popolazione partenopea non si fa trovare impreparata dai turisti e li accoglie con locali sempre aperti. Anche la famosa pizzeria Sorbillo chiuderà i battenti solo qualche giorno.

turismo

Toscana

Molto meglio rispetto al 2020 e 2021 per la Toscana, dove i turisti sono tornati sulla costa, in collina e anche nelle città d’arte registrando un più 12,4% rispetto all’estate 2021. Tuttavia i numeri registrati sono ancora lontani da quelli del 2019, si tratta del meno 31,4%. In particolare al Forte dove abbiamo parlato con il dottor Fascetti, che ci ha fornito dati positivi sulla occupazione delle stanze e dei bagni, tuttavia da colloqui con storici operatori, proprietari di negozi e di attività di alto livello la situazione è davvero sconfortante.

turismo

Puglia

Anche la Puglia, come la Sicilia e la Campania, ha registrato un record di turisti nel 2019 che tuttavia non ha ancora superato. Nel 2021 ha registrato 3,3 milioni di arrivi e 13,8 milioni  di presenza con una variazione rispetto al 2019 del meno 22% e del meno 10%. Nonostante la puglia sia una delle mete più ambite per il turismo soprattutto dagli stessi italiani quest’estate ha registrato un forte calo di prenotazioni. Anche in questo caso si pensa che sia colpa dei rincari. L’aumento delle bollette con cui gli italiani dovranno fare i conti al rientro delle loro vacanze è un fattore da non escludere.

turismo

Sardegna

Molto bene per la Sardegna che raggiunge il 15% in più rispetto al 2019. Si tratta di circa 10 milioni di turisti sull’isola. Dati che fanno registrare il tutto esaurito, arricchendo alberghi e ristoranti che iniziano a riprendersi dopo due anni sofferenti. Nonostante ci sia un grande numero di stranieri a mancare sono i russi, definiti i very big spender.

turismo

Leggi anche:

Panarea limite ai turisti pendolari

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo un’email a settimana con il meglio del nostro Magazine.

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *