Conte Allegri Juventus esonerato
Sport

Juventus: la dirigenza pensa a un clamoroso ritorno in panchina per l’anno prossimo

L’eliminazione dalla Champions League ha creato dei rumors sul possibile esonero di Allegri a favore dell’ex Conte

“E se ti lascia poi sai che si fa, trovi un altro più bello…”‘
Premettendo che non è Allegri a lasciare la Juventus ma è la Juventus a lasciare  Allegri per “l’altro più bello” Conte, la canzone Tanti Auguri dell’intramontabile Raffaella Carrà è adatta a questo contesto. L’esonero di Allegri è necessario ma la filosofia juventina è di ripartire e costruire non a metà anno ma da quello dopo, e l’attuale allenatore del Tottenham sembra il principale indiziato.

Il ritorno di fiamma: Antonio Conte

Antonio Conte è odi et amo della Juventus. Per due decenni bandiera e leader dei bianconeri, sia in campo che in panchina e poi invece il tradimento. Agli albori della stagione 2014-2015 in piena preparazione estiva, l’allenatore barese decise di lasciare la squadra a causa di divergenze con la società. Qualche mese prima c’era già stato il famoso episodio del “ristorante da 100€ con 10 euro”. Conte abbandona la Juventus che decide di chiamare Massimiliano Allegri, esonerato dal Milan l’anno prima.

Conte a quel punto diventa il CT della nazionale, poi del Chelsea e nel 2018-2019 si prende un anno sabbatico. In quell’anno viene contattato dai rivali di sempre dell’Inter e decide di accettarne l’incarico. Con l’Inter si consuma definitivamente il tradimento: Conte litiga e critica la Juventus, fa un gesto di mano poco nobile verso Allegri e vince il campionato, interrompendo un’egemonia a tinte bianco nere durata 9 anni. Una trama che nemmeno il miglior Christopher Nolan avrebbe potuto inscenare.

L’indiscrezione: Conte come successore di Allegri

In questi anni in cui Conte ha girovagato tra Italia e Europa, la Juventus ha continuato a dominare con Allegri. L’allenatore toscano dopo uno scetticismo iniziale è diventato timoniere della Juventus con cui ha vinto 5 scudetti di fila, svariate coppe italiane e ha raggiunto due finali di Champions.

Nel 2019 la Juventus è stufa di vincere e basta: vuole vincere e giocar bene. Esonerato Allegri, chiamano Sarri con cui vincono l’ultimo scudetto e poi Pirlo.

Quando perdi una cosa ne capisci il valore: il popolo bianconero richiama a gran voce Allegri che ritorna clamorosamente sulla panchina juventina. Siamo a un anno e mezzo dal ritorno e la Juventus è sempre peggiorata. In campionato sono ottavi, in Champions sono usciti ai gironi, evento che non accadeva dal 2013-2014, ultimo anno di, che ve lo dico a fare, Antonio Conte.

E adesso in questo thriller di 8 anni, dopo il ritorno di Allegri, c’è la possibilità del ritorno di Conte che nei mesi scorsi si è riappacificato con la dirigenza. Un ciclo incredibile che gira e rigira su due nomi e due persone; un intreccio incredibile da film.

 

Editor: Tommaso Mauri

 

Leggi anche:

Bufera Juventus: la squadra contesta Allegri, esonero possibile

Juve in Europa League se…

Guida alla stagione NBA 2022-2023. Tutti i roster, con commento e previsione

 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo un’email a settimana con il meglio del nostro Magazine.

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *