situazione a kiev
NEWS

La situazione a Kiev, un vero scenario di guerra: esplosioni, gente in fuga e sirene d’allarme

Qual è la situazione a Kiev in questo momento? Arriva la chiamata dei cittadini alle armi

Si è avviato quello scenario che nelle ultime settimane avevamo a lungo scongiurato. Putin ha dichiarato guerra all’Ucraina nelle prime ore del giorno 24 febbraio (le 4 di notte in Italia). La situazione a Kiev è al momento piuttosto instabile. Lì si sono sentite le prime cinque grosse esplosioni che hanno svegliato la città.

Intanto, il ministro della Difesa ucraino, Oleksiy Reznikov, ha chiamato i cittadini alle armi. In un post pubblicato su Facebook si legge che il Paese “sta passando alla modalità di difesa completa”. Infatti, tutti coloro che sono in grado di utilizzare le armi possono unirsi alle Forze di difesa territoriale della propria regione.

Proprio a Kiev in queste ore stanno suonando le sirene d’allarme per le strade della città. Sui social stanno circolando delle immagini angoscianti e quasi di altri tempi. Per strada si vedono ancora macchine e persone dirette a lavoro. Ma le autorità hanno invitato la popolazione a rimanere in casa.

La situazione a Kiev: l’attacco russo sulla città

Dopo la dichiarazione di Putin in diretta nazionale, in molti hanno deciso di lasciare la Capitale ucraina. In queste ore, infatti, sono emersi i primi segnali di quella che potrebbe essere una vera e propria fuga da Kiev. Alcuni video mostrano lunghe code di macchine e veicoli in uscita dalla città. Lì questa mattina si sono sentiti gli echi delle esplosioni e le sirene di allarme. La polizia, attraverso l’uso di megafoni per le strade di Kiev, ha invitato i passanti a rifugiarsi nei sottopassi e rientrare immediatamente nelle proprie case.

Le persone sono anche in fila presso i bancomat, le farmacie e i negozi. I residenti cercano di ritirare denaro e fare scorta di tutto il necessario. La Banca nazionale ha inoltre limitato i prelievi di contati sullo sfondo dell’invasione russa. Il panico si sta diffondendo.

Durante un collegamento in diretta di Matthew Chance, reporter della Cnn, si sono sentiti i primissimi colpi delle esplosioni su Kiev. Il giornalista si è subito messo in sicurezza indossando un giubbotto di protezione antiproiettile e un caschetto.

situazione a kiev

Drammatica situazione a Kiev: il messaggio di Zelensky

Il presidente ucraino Zelensky ha avviato una legge marziale, invitando i propri cittadini a restare a casa senza farsi prendere dal panico. «Siamo pronti a tutto e sconfiggeremo tutti» ha sottolineato in un messaggio alla nazione.

«Stiamo lavorando, l’esercito sta lavorando – ha aggiunto – Sarò costantemente in contatto con voi, il Consiglio di sicurezza, il Gabinetto dei ministri dell’Ucraina. Niente panico. Siamo forti e siamo pronti a tutto. Sconfiggeremo tutti perché siamo l’Ucraina. Gloria all’Ucraina».

Nel frattempo,  le forze armate di Kiev hanno rivendicato l’abbattimento di 5 aerei russi e un elicottero. La notizia è stata smentita da Mosca. Sta risultando piuttosto difficile verificare con precisione le notizie che giungono dal confine e dai territori attaccati.

 

Leggi anche:

Putin dichiara guerra e minaccia: «Chiunque tenti di interferire subirà conseguenze mai viste»

Ucraina, è iniziata l’invasione: Putin ha attaccato con le prime esplosioni a Kiev e altre città

Putin vuole ricostruire l’Unione sovietica?

 

Editor: Susanna Bosio

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.