artisti britannici
Arte,  Mostra

Gli artisti britannici travolgono Palazzo Cipolla dal 17 marzo al 17 luglio

La scena artistica britannica in esposizione a Palazzo Cipolla a Roma. I protagonisti saranno 13 dei più apprezzati artisti britannici

Dal 17 Marzo al 17 Luglio nel centro di Roma all’interno della mostra “London Calling. British Contemporary Art Now” saranno protagonisti 13 dei più influenti artisti britannici della scena contemporanea.

L’esposizione esplorerà il panorama multiforme dell’arte made in UK,  attraversando cinque generazioni, partendo proprio dagli anni Sessanta che consacrarono Londra capitale del contemporaneo.

La scena artistica britannica: tra le più vivaci e influenti a livello globale

Palazzo Cipolla ospiterà 13 artisti inglesi contemporanei, tra i più influenti della scena internazionale. I curatori Maya Binkin e Javier Molins in collaborazione con gli stessi artisti e supportati dalle grandi gallerie e collezioni internazionali come Gagosian, Lisson Gallery, Victoria Miro, Thaddaeus Ropac, Sean Kelly e Tim Taylor Gallery hanno selezionato più di 30 opere da esporre nella Capitale.

La storia della scena britannica è raccontata attraverso i più famosi artisti inglesi contemporanei: da Anish Kapoor a Damien Hirst, dal novantacinquenne David Hockney al poco più che quarantenne Idris Khan, passando per Tony Cragg, Michael Craig-Martin, Sean Scully, Julian Opie, Grayson Perry, Yinka Shonibare, Jake e Dinos Chapman, Mat Collishaw, Annie Morris.

artisti britannici
Allestimento della mostra London calling. British Contemporary Art Now

Viaggio a 360 gradi della produzione britannica

L’esposizione romana ci racconterà la produzione britannica più recente, attraverso un’ampia varietà di linguaggi, stili, tecniche e approcci alla pratica artistica. Non verranno esposti solo dipinti, sculture e disegni, accatto a loro troveremo video installazioni, fotografie, opere in ceramica e molto altro.

La completa visione dell’arte made in UK è data anche dalle diverse tematiche affrontate dagli artisti britannici esposti. Esse spaziano dal corpo alla politica, dalle questioni di genere alle sperimentazioni e alla riflessione sull’arte stessa, tra incursioni nel quotidiano, domande sul destino dell’uomo, prospettive inattese su fenomeni come le migrazioni o la violenza e trame in grado di connettere le arti visive con la musica e con la letteratura.

Palazzo Cipolla, quindi, sarà per i prossimi mesi  centro nevralgico per i fan del contemporaneo, che non si faranno scappare l’opportunità di ammirare queste opere uniche.

Leggi anche

AMACI, ASSOCIAZIONE DEI MUSEI DI ARTE CONTEMPORANEA ITALIANA

Il museo di arte contemporanea Maxxi di Roma raddoppia

Top Art Prices 2020: Guida al mercato dell’arte

Editor: Marta Cinnadaio

 

NEWSLETTER

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo un’email a settimana con il meglio del nostro Magazine.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!