Italia-Galles 6 Nazioni e albo d'oro
Sport,  News

Italia-Galles 6 Nazioni e albo d’oro

 Italia-Galles 6 Nazioni e albo d’oro

Domani dallo Stadio Olimpico di Roma alle 15:15 scenderanno in campo Italia e Galles per un incontro cruciale nel percorso del 6 Nazioni. Il match è uno scontro diretto per evitare l’ultimo posto ed annesso cucchiaio di legno, triste “premio” che si assegna all’ultimo in classifica, e verrà trasmesso in diretta su SkySport1 e in diretta e in chiaro su Tv8.

Per lungo tempo gli azzurri hanno portato a casa l’odioso legno ma quest’anno fiutano la possibilità di disfarsene a scapito di un Galles ultimo, a secco di vittorie- così come i nostri- e tuttavia indietro di un punticino che l’Italia ha rimediato nella sconfitta di misura contro la Francia.

Infatti, le sconfitte maturate con uno scarto inferiore ai 7 punti fruttano alla squadra vinta un punto bonus e l’Italia ha saputo contenere il passivo con i blues ad un onesto -5 (24-29).

Sebbene a rigore di calendario quello di domani non sia l’ultimo impegno degli azzurri nel torneo, dato che sia Italia che Galles torneranno in campo anche il 18/03 p.v.

di fatto rappresenta l’ultima concreta possibilità di vittoria. Il discorso vale per noi quanto se non più per la formazione in trasferta. L’Italia affronterà infatti la Scozia 2° in classifica, appaiata a 10 punti con Inghilterra e Francia, e proprio quest’ultimi saranno gli avversari dei gallesi.

Per quanto lo sport sappia regalare imprese insperate, non sarà affatto semplice né per gli azzurri né per i gallesi ribaltare i pronostici all’ultima giornata. E dunque domani sarà, molto probabilmente, all or nothing.

6 Nazioni e albo d’oro

Corsi e ricorsi storici: al primo posto per numero di edizioni vinte figurano ex aequo proprio il Galles, affiancato dai cugini britannici. 39 vittorie per ciascuna, le due nazionali differiscono solo nella modalità con cui hanno ottenuto il risultato: 28 vittorie in solitaria e 11 condivise per i gallesi, 29 e 10 per le roses di Sua Maestà.

Seguono: Francia, con 26 vittorie complessive (18*+8), Scozia e Irlanda a quota 22, perfettamente equiparate a 14 vittorie in singolo e 8 condivise.

Si noti bene, tuttavia, che la rappresentativa francese ha compiuto la prima partecipazione solamente nel 1954, mentre la competizione e di conseguenza l’albo rimontano addirittura al 1883. L’Italia è stata ammessa al prestigioso torneo solamente nel 2000, collezionando da allora ben 17 cucchiai su 22 partecipazioni.

Una vittoria domani non solo allontanerebbe in maniera decisiva il rischio di aggiornare negativamente il palmares della nazionale ma eviterebbe anche “di andare in bianco”, dall’inglese whitewashtermine con cui si indica la o le nazionali che concludono senza neanche una vittoria i 6 matches della competizione.

Appuntamento alle 15:15 domani, dunque, se non per riscrivere la storia quantomeno per non esserne i protagonisti in negativo ancora una volta. Poche volte come quest’anno l’opportunità è stata così concreta: crederci allora, e forza ItalRugby fino alla fine.

Formazioni:

Italia XV: Fischetti, Nicotera, Ferrari, Negri, N. Cannone, Ruzza, Lamaro, L. Cannone, Varney, Garbisi, Bruno, Menoncello, Brex, Padovani, Allan.

Wales XV: L. Williams, Adams, Grady, Hawkins, Dyer, O. Williams, Webb, Jones, Owens, Francis, Beard, Jenkins, Morgan, Tipuric, Faletau.

Leggi anche:

Rugby Sei Nazioni 2022, Galles-Italia 21-22: storica vittoria degli azzurri a Cardiff!

Sei Nazioni-Francia, la storia della nazionale francese di rugby

L’albo d’oro del Sei Nazioni: storia, squadre e miglior piazzamento dell’Italia nella competizione

NEWSLETTER

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo un’email a settimana con il meglio del nostro Magazine.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!