offensiva su Kiev
News

Russia e Ucraina verso il negoziato? Ma Putin chiede all’esercito ucraino di prendere potere a Kiev

Russia Ucraina verso la negoziazione: la voce arriva dal Cremlino. Putin prima vuole prendere potere a Kiev

Russia pronta a negoziare? Russia e Ucraina negoziato. Il presidente ucraino Voldymyr Zelensky torna a chiedere alla Russia e al suo presidente Vladimir Putin di negoziare. In un videomessaggio, Zelensky ha detto: «Voglio fare appello ancora una volta al presidente della Federazione russa perché si sieda al tavolo del negoziato e fermi la morte delle persone».

Putin chiede all’esercito ucraino di prendere il potere a Kiev

«Una banda di drogati neo-nazisti» così Vladimir Putin ha definito Zelensky e tutta la sua cerchia. Il presidente russo ha chiesto all’esercito ucraino di prendere il potere a Kiev, in modo tale da rovesciare il Governo di Zelensky. «Prendete il potere nelle vostre mani. Mi sembra che sarà più facile negoziare tra noi».

In poche parole Vladimir Putin negozierà solo dopo aver “conquistato” l’Ucraina.

Russia pronta a negoziare?

La Russia è pronta ad accogliere l’appello di Zelensky inviando una delegazione a Minsk, in Bielorussia, per trattare con il governo ucraino. Lo riportano i media di Mosca, riferendo che il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, ha annunciato che una delegazione composta da funzionari del ministero degli Esteri e della Difesa potrebbe essere inviata a Minsk.

Russia e Ucraina verso il negoziato?

Il Cremlino, in risposta all’ultimo appello del presidente russo Zelensky, è pronto a trattare con l’Ucraina. Zelensky ha offerto oggi a presidente russo Vladimir Putin di avviare un negoziato, parlando anche di neutralità. Il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, ha fatto sapere che Mosca sarebbe disposto a negoziare con l’Ucraina a Minsk.

Nelle ultime ore anche la Cina puntava a risolvere la crisi ucraina attraverso il dialogo.

La resistenza delle forze armate ucraine, contro un nemico superiore per numero e armi, sorprende Putin come i leader occidentali.

russia ucraina negoziato russia pronta a negoziare

Cina boccia le sanzioni alla Russia

«Le sanzioni non sono mai state fondamentalmente efficaci per risolvere i problemi. Ci opponiamo risolutamente a tutte le sanzioni unilaterali illegali» lo ha affermato la portavoce del ministero degli Esteri cinese, Hua Chunying.

La Cina «si oppone a qualsiasi sanzione illegale che leda i diritti e gli interessi legittimi della Russia». Lo ha affermato il portavoce del ministero degli Esteri Wang Wenbin, secondo cui «gli Stati Uniti hanno imposto più di 100 sanzioni alla Russia dal 2011», che sono risultati strumenti non fondamentali ed efficaci per risolvere i problemi: «Porteranno solo gravi difficoltà all’economia e al sostentamento delle persone». Pechino «spera che le parti interessate ci riflettano seriamente e cerchino di risolvere il problema attraverso il dialogo e le consultazioni».

 

Leggi anche:

Com’è nata realmente l’Ucraina?

La Cina aiuta la Russia: i rapporti bilaterali dietro ai due Paesi

Missili a Kiev: l’Ucraina si difende. Zelensky: «Chi è pronto a combattere con noi?»

NEWSLETTER

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo un’email a settimana con il meglio del nostro Magazine.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!