mario draghi
Libri,  News

Mario Draghi in libreria dal 25 novembre

Da domani, 25 novembre, Mario Draghi sarà in libreria con «Dieci anni di sfide: scritti e discorsi»

Dieci anni di sfide: scritti e discorsi è il titolo dato al nuovo libro di Mario Draghi, in uscita domani, 25 novembre, in tutte le librerie.

Il libro contiene il primo repertorio ragionato e autorizzato degli scritti e dei discorsi dell’ex Premier, dall’incarico di presidente della Banca centrale europea fino al mandato come presidente del Consiglio.

Ti potrebbe interessare anche: Mario Draghi è stato premiato come “statista dell’anno” a New York

Il nuovo libro di Mario Draghi

Dieci anni di sfide: scritti e discorsi è il nuovo libro di Mario Draghi, edito da Treccani. Nel libro tornano i temi della crescita e dei giovani, si conservano intatte la vocazione europeista, la fiducia nelle istituzioni, l’ispirazione ai grandi intellettuali della storia: da Cavour a Caffè, da Monnet a De Gasperi.

Nel raccontare i dieci anni di politiche e di politica – dalla battaglia per salvare l’euro all’invasione dell’Ucraina, passando per l’ascesa del populismo e la pandemia – emergono nitide le peculiarità di una carriera illustre, che trae solidità da principi e valori cardine, sempre sostenuti con coerenza, incarnati con saldezza, difesi con trasparenza.

L’Italia vista da Mario Draghi

E sull’Italia, Mario Draghi, dice:

«L’Italia non è mai stata forte quando ha deciso di fare da sola. Il suo posto è al centro dell’Unione Europea e ancorato al Patto Atlantico, ai valori di democrazia, libertà, progresso sociale e civile che sono nella storia della nostra Repubblica».

Mario Draghi e la sua storia

Mario Draghi è nato a Roma nel 1947 ed è stato presidente del Consiglio dei ministri dal 13 febbraio 2021 al 25 ottobre 2022.

Dal 2011 al 2019 è stato presidente della Banca centrale europea e del Comitato europeo per il rischio sistemico. Dal 2006 al 2011 è stato governatore della Banca d’Italia e presidente del Financial Stability Forum, poi divenuto Financial Stability Board.

In precedenza ha ricoperto gli incarichi di vice chairman e managing director di Goldman Sachs International (2002-2005), direttore generale del Tesoro (1991-2001), presidente del Comitato economico e finanziario della Comunità europea (2000-2001), presidente del Working Party 3 dell’OCSE (1999-2001) e direttore esecutivo della Banca mondiale (1984-1990).

Leggi anche:

Dipendenti in rivolta per il Black Friday: scioperano Zara, Amazon e corrieri

UK, Corte Suprema contro l’indipendenza della Scozia

Fonte: Ansa

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo un’email a settimana con il meglio del nostro Magazine.

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *