colonnello russo
NEWS

L’ex colonnello russo e l’inaspettata verità sulla guerra in diretta tv: «Tutto il mondo è contro di noi»

Le parole dell’ex colonnello russo sulla tv di Stato

Primo, e forse unico, momento di verità sulla televisione di stato russa. È accaduto lunedì sera sul principale canale televisivo Rossija 1, dove un ex colonnello russo ha espresso una posizione critica sull’andamento della guerra ucraina e le difficoltà che l’esercito di Putin sta riscontrando.

Una rarità in Russia: i media sono in genere controllati dalla propaganda del governo e fino ad oggi hanno nascosto la verità su tutto. Il nome dell’ex colonnello è Mikhail Khodaryonok e oggi lavora come analista militare per un sito di notizie.

L’ex colonnello russo sorprende con parole di verità

Khodaryonok ha espressamente detto che la Russia si trova in difficoltà nella guerra e che quando arriveranno all’Ucraina le armi promesse dagli Stati Uniti, la situazione peggiorerà ulteriormente. “Gli Ucraini sono molto motivati e pronti a morire per il loro Paese, mentre la Russia si trova in una posizione di isolamento geopolitico totale. Di fatto, anche se odiamo ammetterlo, tutto il mondo è contro di noi”, ha affermato.

Le sue parole di verità hanno lasciato tutti spiazzati. Peraltro, l’ex colonnello si è espresso in questi termini nel famoso talk show di Olga Skabeyeva, che rappresenta una delle voci più estreme della propaganda putiniana. La presentatrice ha anche più volte tentato di obiettare le affermazioni del suo ospite, il quale invece ha continuato per la sua linea imperterrito.

“Non guardare a questo ci porterà prima o poi ad essere colpiti dalla realtà della storia, una cosa di cui ci pentiremo”, ha aggiunto Khodaryonok. Un momento di verità del tutto inaspettato per la televisione russa. Quasi a voler abbassare le aspettative dei cittadini russi rispetto alla buona riuscita dell'”operazione speciale” di Putin, che non è andato come secondo i piani.

Eppure, l’ex colonnello non è nuovo a posizioni di questo tipo. In un’intervista di alcuni giorni prima aveva già affermato che l’esercito russo non era pronto per affrontare una guerra contro l‘Occidente. E ancora prima dell’inizio della guerra aveva avvertito che l’Ucraina non si sarebbe arresa con facilità.

Non solo l’ex colonnello russo condanna le scelte di Putin

Fino ad ora la propaganda russa aveva mantenuto un profilo molto duro, soprattutto sui media televisivi. Invece, in questi ultimi giorni sembra che si stia muovendo qualcosa.

Infatti, il 13 maggio anche Igor Girkin, ex comandante delle truppe filorusse nel Donbass, ha usato parole molto rigide nei confronti del ministro della Difesa di Mosca. “Accuso direttamente Shoigu di negligenza criminale. Non ho prove per accusarlo di tradimento, ma ne ho il sospetto”, ha affermato. La sua critica si è rivolta anche allo stesso Putin, a cui ha chiesto di aumentare i mezzi in campo nella guerra.

Nelle scorse settimane si sono posizionati sulla stessa linea anche il ceceno Ramzan Kadyrov e un ex mercenario del Cremlino, Marat Gabidullin, che fino al 2019 era parte del gruppo Wagner. Al leader russo si contesta soprattutto l’inadeguato addestramento delle truppe inviate a combattere sul territorio ucraino.

 

Leggi anche:

Putin operato per un cancro, le nuove indiscrezioni: ore cruciali per il futuro della Russia

Azovstal evacuata durante la notte: 265 soldati lasciano l’acciaieria

 

Editor: Susanna Bosio

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.